Serie A

La storia: Ranieri alla Samp? Nove anni fa gli costò uno scudetto

11.10.2019 11:01

Foto: Zimbio.com

Nove anni e mezzo fa la Sampdoria gli costò uno scudetto. Forse quello più bello, sognato da sempre. Adesso Claudio Ranieri potrebbe approdare proprio su quella panchina. Si continua a trattare, dopo l'esonero di Eusebio Di Francesco, a proposito di Roma. Già, la Roma, nel 2009/10 era lanciatissima verso lo scudetto, dopo aver battuto l'Inter tra le mura amiche e dopo aver effettuato il sorpasso. Era il 25 aprile, l'ultimo ostacolo: la Sampdoria di Delneri, che avrebbe conquistato l'accesso alla Champions League a fine campionato.

La Roma passò in vantaggio con Francesco Totti, in un Olimpico con 60mila persone e un entusiasmo da far paura. Il traguardo a tre passi, tre come le giornate da lì alla fine del campionato. Poi il pari di Pazzini a inizio ripresa e nel finale il sorpasso Samp. Giallorossi a -2 dall'Inter, che non sbaglierà più e a Siena conquisterà un tricolo da inserire in un triplete storico. L'amarezza di Ranieri più che visibile. E il destino, beffardo e spesso crudele, questa volta gli potrebbe regalare la panchina della Samp. E sapete contro chi debutterebbe? Già, proprio la Roma.

Il tabellino

Roma-Sampdoria 1-2

Roma (4-2-3-1): Julio Sergio, Cassetti (29' st Taddei), Burdisso, Juan, Riise, De Rossi, Pizarro, Menez, Perrotta (21' st Toni), Vucinic, Totti (1 Lobont, 5 Mexes, 22 Tonetto, 33 Brighi, 19 Baptista, 30 Toni). All.: Ranieri.

Sampdoria (4-4-2): Storari, Zauri, Lucchini, Gastaldello, Ziegler, Semioli, Palombo, Poli (1' st Tissone), Guberti (1' st Mannini), Cassano (35' st Testardi), Pazzini (21 Guardalben, 20 Padalino, 22 Cacciatore, 13 Rossi). All.: Del Neri.

Arbitro: Damato di Barletta

Reti: nel pt, 14' Totti; nel st, 7' e 40' Pazzini

Angoli: 9 a 2 per la Roma.

Recupero: 0' e 3'.

Ammoniti: Ziegler per gioco scorretto

Spettatori: 60mila circa di cui 31.925 paganti.

Giuseppe Andriani

Commenti

Infantino: "Un miliardo al calcio femminile". Ma quanti club hanno la squadra in Italia?
IL COMMENTO - Da Giampaolo a Pioli: Milan, ne vale la pena?